SAS 2016: Alberto+Ambrogio… Grandissimi Italiani

22 agosto, 2016 Commenti disabilitati su SAS 2016: Alberto+Ambrogio… Grandissimi Italiani
SAS 2016: Alberto+Ambrogio… Grandissimi Italiani
Da SX: Alberto Bona (2° in Proto) - Ambrogio Beccaria (1° di tappa e 2 in Serie)

di: Andrea Iacopini – Presidente Classemini Italia

Abbiamo tutti ancora negli occhi le splendide immagini della baia di Guanabara, teatro delle regate per RIO 2016.
E’ vero i risultati non sono stati lusinghieri, anzi, a dirla tutta, qualcosa per cui storcere la bocca ci sarebbe pure ma questa è la via maestra. Una via fatta di lavoro degli Atleti, delle Federazioni e soprattutto culturale.

Les Sables, Agosto 2016.
A Les Sables va in onda l’appuntamento regina della stagione 2016 in 650, per dirla alla Guido Meda.
I nostri Ambrogio Beccaria, su Alla Grande-Ambeco e Alberto Bona su Promostudi La Spezia hanno fatto più che il possibile, figurando benissimo e lasciando sperare per un futuro costruito su basi solidissime.

Alberto è ormai alla sua ultima stagione; ha gestito un progetto molto complesso, difficile ma su cui ha provato a costuire un vero “ecosistema” italiano. Promostudi La Spezia, YCI i suoi principali sostenitori, SkyronLab alle spalle per gli aspetti di progettazione e realizzazione delle componenti innovative, l’immancabile Tommaso Stella al suo fianco.
Alberto, crediamo, debba essere più che soddisfatto del progetto e dei risultati, a volte non lusinghieri sotto il profilo sportivo, ma in generale sicuramente premianti sotto altri e diversi aspetti non meno importanti: sviluppo delle capacità per la gestione di progetti complessi, comunicazione, relazione, pianificazione, competenze tecniche e tecnologiche per quanto riguarda gli aspetti di costruzione di un’imbarcazione.
Bravo Alberto, hai dato tanto al movimento Mini Italiano, sia come atleta che come consigliere, ora sei pronto per altre avventure.

Ambrogio ha dimostrato invece una capacità di apprendimento senza eguali, dimostrando sempre umiltà, tenacia ed una grande preparazione di base. Gli allenamenti prima al CIVA di Marco Nannini, poi con Riccardo Apolloni – il “GRANDE SAGGIO” alle spalle dei Ministi Italiani, poi la volontà – e per fortuna visti i risultati – di mettere la Les Sables nel suo programma.
Bravo Ambrogio, ci piace pensare che “hai visto più lontano perchè hai seduto sulle spalle dei giganti”.

Ambrogio ed Alberto rappresentano quindi i prototipi dei nuovi navigatori:
preparazione a tutto tondo, capacità di comunicazione, conoscenza dell’elettronica che tanti ha spaventato (e limitato). Se il solo pensarlo non mettesse i brividi, potremmo dire che abbiamo iniziato il lento ricambio generazionale che ci porterà ad atleti sempre più completi e preparati. Come Gabart e Le Cleach tanto per capirci.

E’ questa quindi la via maestra: concentrarsi come singoli e come movimento, cercare il supporto delle istituzioni e dei privati, tentare, allenarsi, fallire, riprovare.

Bravi! Bravi, bravi!

Andrea Iacopini

Related Posts

Comments are closed.